Home » Parents & friends » Musical.ly, Tik tok …istruzioni per genitori

Musical.ly, Tik tok …istruzioni per genitori

Se hai un adolescente vicino è impossibile che tu non abbia sentito parlare di musical.ly.

Musical. ly, da un anno aggiornato in Tik tok, è un’ app video, disponibile per dispositivi iOS e Android. I video durano quindici secondi e vengono riprodotti in un ciclo continuo.

Dove è il divertimento?

Gli utenti possono creare e condividere video musicali in cui cantano in playback e fanno mosse equivalenti al testo di una canzone oppure si possono caricare brevi video non musicali di se stessi. L’applicazione offre dunque a tutti l’opportunità di essere un creatore di video utilizzando strumenti (cioè, filtri, adesivi, controllo sulla velocità video, accesso all’audio professionale, ecc. ) per rendere i contenuti divertenti.

A cosa fare attenzione

Come per la maggior parte dei social media, l’applicazione Tik tokh ha i suoi inconvenienti, in primis i problemi di privacy.

Tik Tok è un’app aperta, quindi i contenuti possono (e lo fanno) apparire in tutta la rete. Per fortuna, l’applicazione ha le impostazioni di privacy disponibili. Tuo figlio può dunque decidere se vuole che gli altri lo trovino o meno; impostando l’account su privato gli altri utenti, tranne quelli selezionati, non possono visualizzare i contenuti caricati. In questo modo tuo figlio potrà inviare un messaggio, lasciare commenti, e cantare insieme agli amici selezionati.

Tik tok è vietato ai minori di 12 anni, tuttavia, non esiste un sistema per verificare l’età di un utente, quindi chiunque può scaricarlo. I genitori interessati possono utilizzare le impostazioni di controllo parentale sui dispositivi dei loro figli per impedire loro di scaricare l’app.

Le reazioni sono limitate al simbolo del cuoricino per incoraggiare la positività all’interno della comunità, ma i commenti aperti del forum possono, purtroppo, promuovere anche la negatività.

Come sempre ribadiamo che di qualsiasi app si tratti è fondamentale parlare con tuo figlio dei comportamenti online accettabili, e assicurarsi che capisca quali sono i contenuti appropriati da pubblicare e quelli che non lo sono. Ricordagli che tutto ciò che posta in rete permane in eterno, E’ importante poi non stancarsi di ripetergli di far riferimento ad un adulto di fiducia ogni qual volta veda o legga qualcosa che lo disturba e che lo offende.

C.P.