Chatta con noi

Parla con i nostri esperti. Vedi gli orari >>

i nostri servizi

Scopri i servizi a te dedicati >>

Disturbo del Comportamento Alimentare nei Maschi

Disturbo del Comportamento Alimentare nei Maschi

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

Un’idea comune, ma sbagliata, è quella che considera i disturbi alimentari come riguardanti solo il genere femminile.
La realtà è che i disturbi alimentari sono condizioni gravi, che possono colpire sia maschi che femmine a qualsiasi età e che richiedono sempre un sostegno psicologico e medico per intraprendere un percorso di recupero.

I fattori di rischio per i maschi

Ci sono molte ragioni per cui le persone sviluppano disturbi alimentari e spesso la combinazione di avvenimenti, di sentimenti e di pressioni esterne del tutto uniche definiscono proprio quel determinato e specifico disturbo.
Esistono per i maschi alcuni fattori specifici che favoriscono l’insorgere di un disturbo alimentare. Tali fattori di rischio sono:
-Essere in sovrappeso da bambini
-Essere stati vittima di atti di bullismo per il peso
– Essere stati messi a dieta sin da piccoli
– Essere eccessivamente impegnati con il fitness
– Fare uno sport o un lavoro che richiede magrezza (corridori, fantini, modelli, attori)

Richiesta di aiuto

L’equivoco che i disturbi alimentari sono esclusivamente una “questione femminile” a volte può rendere più difficile per un maschio riconoscere a sé o ad altri che c’è un problema di questa natura. Questo a sua volta può significare che un uomo è meno propenso o ha più difficoltà a cercare aiuto e sostegno per un disturbo alimentare o per un problema correlato.

E’ importante dunque lottare contro questo stigma e comprendere che un disturbo alimentare è SEMPRE un grave problema di salute mentale che si sviluppa per diversi motivi. Non si tratta solo di cibo, di peso e di aspetto esteriore….c’è qualcosa di molto più profondo che merita una adeguata considerazione.
L’accettazione del problema, è il primo passo per essere in grado di incoraggiare e facilitare un amico, un fratello, un fidanzato a cercare l’aiuto e il sostegno di cui ha bisogno per superare questo disturbo. Non sminuite il problema, con i DCA meglio essere sempre molto prudenti ed intervenire quanto più precocemente possibile.

E ‘importante ricordare che più è tempestiva la richiesta d’aiuto e più il trattamento è precoce più veloce sarà la ripresa.

Se sei preoccupato e non sai come fare il primo passo è parlare dei tuoi dubbi e delle tue perplessità, noi di Esplosivamente siamo pronti ad ascoltarti!

C.P.