Chatta con noi

Parla con i nostri esperti. Vedi gli orari >>

i nostri servizi

Scopri i servizi a te dedicati >>

Evviva il lockdown!

Evviva il lockdown!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on twitter

Cara Esplosivamente,

Mi presento, sono Tatiana, ho 14 anni e sono felice di questo lockdown!

Mi spiego meglio. Oggi sono uscita per la prima volta dopo questi mesi di isolamento. Sono stata male? No, assolutamente no. Oggi infatti sono uscita perché mia madre mi ha letteralmente costretto a farlo. Sì, forse sono strana, molti miei amici non ne potevano più, invece per me è stato diverso, quasi una liberazione.

Per me andare a scuola tutte le mattine era una vera e propria angoscia, non perché abbia particolari problemi scolastici, anzi devo dire che ho proprio una bella media, ma perché mi sento costantemente giudicata e guardata dai miei coetanei. Ogni mattina infatti prepararmi per andare a scuola è una vera fatica: starò bene? Starò male? Sono ridicola? E poi, dopo scuola continuano nella mia testa le mie domande perché mi sembra che spesso gli altri sparlino di me e che mi critichino continuamente.

Quindi come puoi immaginare stare chiusa a casa per me è stata una vera e propria boccata di ossigeno. Potevo alzarmi la mattina senza l’incubo del cosa mi metto o magari di come coprire quell’odioso brufolo. Questo periodo dunque mi ha rigenerata come se mi avesse concesso la libertà di poter essere come sono senza dover rendere conto a nessuno.

Adesso però devo tornare nel mondo, sono un po’ timorosa, ma paradossalmente una cosa mi conforta: la mascherina! Mi prenderai per una pazza, a dir la verità non lo sembro, ma la mascherina mi dà una sorta di sicurezza, come se nascondesse tutte le mie insicurezze… naso compreso!

Non so se qualcun altro ha vissuto questo periodo come me, mi piacerebbe saperlo… non so se è normale o meno, ma vorrei che qualcosa cambiasse, vorrei un mondo in cui si dà meno importanza alle apparenze un mondo più sincero, un mondo in cui non è necessario isolarsi o mascherarsi per essere quello che si è.

Spero mi pubblichiate…magari non sono la sola!

Grazie

Tatiana